Come alcuni di voi già sanno, dal fine settimana scorso, abbiamo introdotto nella nostra carta delle birre artigianali alcune specialità del birrificio Indipendente Elav. Come già successo con le altre nuove birre (Extraomnes, Orso Verde, Bi-Du) mi sono recato personalmente al birrificio per conoscere il birraio e il suo staff  per vederli all’opera con i miei occhi.
Il birrificio Elav si trova a Comun Nuovo, un piccolo paesino in provincia di Bergamo ad un’ora e mezza di macchina da Castellanza. L’impianto, inaugurato nel 2010, è molto curato, pulito e accogliente: al mio arrivo l’intero staff ha sospeso i lavori per una bevuta cordiale con me, mi ha raccontato un pò della storia del birrificio e mi ha fatto fare un tour del capannone. Un dettaglio che mi ha stupito è stata la presenza di una cella frigorifera utilizzata solo per lo stoccaggio dei luppoli (che provengono da tutte le parti del mondo). Antonio Terzi, il simpaticissimo birraio, lavora molto con i luppoli che ha a disposizione e produce una gran varietà di birre, tra le quali alcune ad alto indice IBU (la Techno, una delle birre che ho scelto per il Rex Bibendi, ha un indice IBU di 95!!!), che mantengono tuttavia un buon equilibrio.
Il birrificio attualmente lavora con un impianto di 3,5 ettolitri e, vista la grande richiesta sia dall’Italia sia dall’estero, lavora quasi 18 ore al giorno, producendo almeno 5 cotte giornaliere (che stacanovisti!).
Elav organizza anche periodicamente delle feste (andate su Youtube a vedere qualche video), che ospitano un sacco di amanti della buona birra. La prossima si terrà a luglio, in quell’occasione organizzerò una gita alcolica per  “bronzarci responsabilmente”.
Alla fine della visita al birrificio, gustate quasi tutte le particolarissime birre a disposizione, ho optato per tre birre pluripremiate sia in Italia che all’estero: “Techno” una double IPA (una buonissima spremuta di luppolo), “Progressive” una Barley Wine ( birra da meditazione, per pochi intenditori) e “Indie” Ale (molto luppolata, che si avvicina molto ad una IPA).
Il birrificio indipendente Elav ci ha donato anche dei sacchettini delle loro materie prime, per permetterci e permettervi di toccare con mano cosa consente loro di produrre le loro specialità.
Vi aspetto per una buona degustazione.
Buon Week-End!!!

 

Simone

Commenti

commenti